Gli ultimi anni della repubblica
Roma - Repubblica
Autori: Marco Didò, Stefania Tommasone

Nella fase finale della storia repubblicana di Roma la coniazione degli aurei è frequentemente assolta da zecche itineranti, che seguono gli eserciti dei diversi contendenti in lotta, per sopperire alle loro necessità di monetazione.

Il diritto concesso a Cesare di autorappresentarsi sulle proprie emissioni viene acquisito da coloro che ne rivendicano l'eredità politica, così che gli aurei di età tardo-repubblicana presentano straordinari ritratti dei più importanti uomini politici del tempo. Su esemplari a nome di Marco Antonio compare, per la prima volta sulla monetazione romana, anche il ritratto di una donna, ossia Ottavia, terza moglie del triumviro e sorella di Ottaviano. La zecca di Roma, sia pure saltuariamente, continua la propria attività, anche con la coniazione di aurei.

clicca sull'immagine per ingrandire


Aureo
di Ottaviano

Aureo
di Bruto
e Casca Longo

Aureo
di Sesto Pompeo

Aureo
di C. Clodio Vestale

Aureo
di Marco Antonio
e Marco Barbazio

Aureo
di Ottaviano
e Marco Antonio

Aureo
di Marco Antonio

© 2008 UCSC Milano