Quest'oro rotondo... - Istituto di Archeologia - UniversitÓ Cattolica del Sacro Cuore


The Finding
The Pendant from the UC Excavations
by Claudia Perassi

clicca sulle immagini per ingrandire

L'inumazione in nuda terra 3217 dal settore UC VII della necropoli di etÓ romana venuta alla luce nei cortili dell'UniversitÓ Cattolica di Milano fra il 1986 e il 1998, conteneva due individui di sesso maschile, rispettivamente di 35/40 e 18/20 anni, deposti l'uno in posizione capovolta rispetto all'altro.

Sotto alla scapola destra dell'inumato pi¨ anziano, adagiato per primo, Ŕ stato ritrovato un ciondolo monetale. Nello stesso punto erano anche un anello d'oro (diam. int. mm 17), parzialmente coperto dal pendente, e una piccola maglia aurea a forma di nodo d'Eracle (mm 17, gr 1,24), solcata da fittissime incisioni.
L'anello, tipico del III secolo, presenta una fascia che si allarga sulla spalla formando due foglie stilizzate, che racchiudono uno pseudocastone aureo quadrangolare, privo di decorazioni, leggermente sporgente.

Il ritrovamento milanese ha permesso innanzitutto di ampliare l'esiguo numero di gioielli monetali di etÓ romana ritrovati in Italia. L'accurato rilevamento dei dati stratigrafici ha poi consentito la ricostruzione ideale dell'intera collana, alla quale era sospeso il pendente monetale.

clicca sulle immagini per ingrandire


Collana
monetale
da Parma

Anello

Maglia a nodo
d'Eracle
ę 2008 UCSC Milano