Collane a più pendenti, pendenti isolati
La gioielleria monetale
Autore: Mariangela Piziali


clicca sulle immagini per ingrandire


Collana monetale
da Abukir

Sebbene non numerosissime, le collane monetali conoscono una diffusione molto lunga nel tempo, dalla fine del I d. C. al IV secolo inoltrato. Il loro uso è attestato sia nella parte occidentale sia in quella orientale dell’impero. Quando vengono sospesi alla catena più pendenti, questi sono separati tra loro da appositi elementi distanziatori, di forma cilindrica o poligonale, simili a colonnette o a pilastrini.Anche l’elemento di chiusura della collana può incastonare una moneta. Le collane monetali di produzione egiziana documentano, invece, il ricorso a un sistema di allungo della catena tramite “anforette” auree.


Pendente monetale
da Vaise

I pendenti isolati rappresentano la classe maggiormente diffusa. Poiché vengono ritrovati privi di una qualche catena metallica alla quale potessero essere agganciati, si suppone che venissero sospesi a nastri in materiale deperibile, quale cuoio o tessuto. Per questo tipo di gioielli monetali si ipotizza un uso femminile.

© 2008 UCSC Milano